venerdì 13 aprile 2018

"FarinataFrittata" rivisitata con Erbetta di San Pietro


Buonassserra aMici del Casale,

come vi avevo anticipato sui social eccovi una nuova ricettina con protagonista la splendida e profumatissima ERBA SI SAN PIETRO.

Per chi si fosse perso il video sulla nostra pagina facebook {link diretto cliccando qui}
vi racconto qualche curiosità:


  • Erbacea, perenne, (quasi infestante) tappezzante, profumata e buona ;)
  • Chiamata TANACETUM BALSAMITA il cui significato sta per fiore d'oro che profuma di balsamo, appunto sbocciano il 29 giugno che è il giorno di San Pietro.
  • Nasce in zone temperate, vive bene esposta al sole, ha foglie larghe, lunghe e ha un aroma molto simile alla menta e al limone
  • Curiosità: gli ecclesiastici tenevano le foglie tra le pagine della Bibbia e i birrai la usavano per aromatizzare i loro prodotti , noi la lasciamo anche in infusione per creare dei digestivi eccezionali - usata anche contro malanni di stagione negli infusi tipo tisane
  • Conosciuta nel mantovano come ripieno nei ravioli di magro (leggermente amarognola), per profumare minestre o per insaporire....:

La falsa Farinata o Frittata di San Pietro


Perchè falsa farinata? Beh quando la proverete ve ne renderete conto anche voi, ricorda molto la consistenza e il sapore di quella bontà ligure ma ma ma.. non lo è!
{Si prepara in cinque minuti}

INGREDIENTI per 4 persone

4 uova (noi ne abbiamo usate 2 di gallina e 2 di anatra)
4 cucchiaini di farina 00
12 cucchiai di latte
4 cucchiai di parmigiano grattugiato
4 cucchiai di pan grattato 
10 foglie tagliate a julienne di erba di San Pietro
Sale e pepe q.b.

PROCEDIMENTO

Amalgamate tutti gli ingredienti, dividete il composto in quattro e, oliata la padella,
cuorete 1/4 per volta {creando una specie di pancake}
Lasciate raffreddare qualche minuto e via!

E.c.c.e.z.i.o.n.a.l.e. come aperitivo, antipasto magari accompagnata ad una leggera crema di aglio.
Che dici, vi incuriosisce? Avete mai assaggiato questa erbetta?

A presto e un caro saluto da

giovedì 8 marzo 2018

Orecchiette 'homemade' con sughetto casereccio


Caro/a Amico/Amica del Casale,

mi sono dilettata nell'impresa delle buonissime orecchiette pugliesi
Dirti che è stato semplice, proprio no!
Un pò perchè scarseggia in me la manualità di fare la pasta fatta in casa, un pò perchè documentandomi mi sono proprio resa conto che è una delle paste più difficoltose da realizzare.
Ma io ho la testa dura e mi sono messa in opera!

In più ho avuto la fortuna di abbinarle con un sughetto appena preparato dalla mamma Caterina,
e non uno qualunque: quello con gli involtini di vitello.
Una gioia per il cuore e per il palato!


Il sugo di pomodoro poteva anche essere fatto con un semplice soffrittino di cipolla ma Caterina ha pensato bene di aggiungerci questi favolosi involtini cosi da avere un piatto unico (primo e secondo in un solo piatto!).

Cosa occorre per prepare le orecchiette: 

500gr di farina di semola di grano duro
acqua tiepida circa a 40C°q.b. (circa 200ml di acqua su 500gr)
Preziosissimo -> OLIO DI GOMITO ;)


Come prepararle?

Impastate con cura farina e acqua e fino ad ottenere un impasto omogeneo.
Fatelo riposare per una mezz'ora coperto con un canovaccio di cotone.
Sopra ad un'asse di legno meglio non liscia , tagliate un pezzo di impasto, lo arrotolate fino a farne un cordoncino più piccolo del vostro indice, tagliatelo a pezzetti larghi 1 cm e aiutandovi con un coltello a lama liscia strisciate il pezzetto fino a farlo arrotolare su se stesso.
Una volta arrotolato giratelo sotto sopra sul vostro indice e via così..

Sembra facile? Non lo è! :) ma provateci, la soddisfazione di mangiarle poi è immensa!

Nota bene: prima di consumarle vi consiglio di lasciarle asciugare all'aria (fino a seccarsi) tutta la notte.


Che bel risultato è? :)
Buon appetito!


venerdì 16 febbraio 2018

Torta di Pane: incrocio tra tradizione e golosità!


Carissimo Amico e Carissima Amica del Casale,

Dalla diretta sui nostri social ecco qui la ricetta straordinaria della nostra torta di pane.
Non è una ricetta di comune reperibilità, anzi! 
Ideata, sperimentata e testata proprio da noi, quindi ha un valore aggiunto. 

Ti preghiamo quindi di informarci se la replichi perchè vorremmo ricondividere anche la tua foto sui nostri profili!! 


Cosa occorre per prepararla?

700 ml di latte tiepido
400 gr di pane secco
50 gr di burro fuso
2 tuorli e a parte 2 albumi
50 gr di zucchero di canna
scorzette di un limone
100 gr di uvetta passa ammollata nell'acqua tiepida
1 bustina di polvere lievitante per dolci
100 g di composta di mele e cannella di nostra produzione


Come prepararla? - Questa è una super ricetta di recupero -

Preriscalda il forno a 185C°

Unisci i due tuorli allo zucchero di canna (meglio se a velo) in una ciotola ampia, 
aggiungi il pane spezzettato grossolanamente, tutto il latte tiepido
e inizia ad amalgamare tutto con le mani. (Ideale attività con i bimbi!!!)

Aggiungi il cioccolato, l'uvetta passa strizzata dall'acqua in eccesso, il burro fuso, la scorza del limone, la polvere lievitante e i due albumi montati a neve (aggiungili con delicatezza, senza smontarli) e la composta di mele e cannella (la puoi acquistare nel nostro shop cliccando qui).

Continua ad amalgamare tutto, prepara a parte una teglia con sotto della carta da forno,
e riponi il composto pronto.

Inforna a 180 c° per circa un'ora, forno ventilato.


Veloce, divertente e buonissima.
Che ne pensi?

Buona giornata 💓




lunedì 12 febbraio 2018

Bon Bon di frittelle di mele e uvetta sultanina


Caro Amico e Cara Amica del Casale,

siamo quasi vicinissimi al periodo Carnevalesco e quindi con grande piacere ti facciamo "assaggiare" queste piccole delizie o come abbiamo soprannominato noi "bon bon" di frittelle di mele e uvetta sultanina.


Cosa occorre per prepararle?

2 uova
75 gr di zucchero
70 ml di latte
70 ml di olio di semi
1 puntina di polvere lievitante
1 pizzico di sale
150 gr di farina 00
20 gr di farina di riso
una manciata di uvetta sultanina


Come prepararle?
Sbatti le due uova con lo zucchero semolato o di canna in base alle tue preferenze.
Unisci il latte a temperatura ambiente con l'olio di semi.
Aggiungi una puntina di polvere lievitante, il pizzico di sale, la farina 00 setacciata e la farina di riso.

Ammolla l'uvetta sultanina in un bicchiere di rhum.
Prepara a parte pezzetti di mela (oppure sono molto buone anche con le pere o per una variazione ancor più particolare con l'ananas).

Amalgama il tutto, friggi con abbondante olio e una volta pronte una spolverata di zucchero a velo!

E-C-C-E-Z-I-O-N-A-L-I !!! Sappimi dire se le replichi ❤