sabato 10 settembre 2011

Questa Domenica: Oreno Vimercate - Sagra della Patata




Oreno Vimercate - La Sagra della patata è giunta quest'anno alla 24esima edizione. La prima si tenne nel settembre 1968: a organizzarla furono il Circolo culturale orenese (inaugurato due anni prima) e un apposito Comitato permanente sagra. La rassegna, diventata nel tempo una delle più attese non solo a Oreno ma in tutto il Vimercatese, dal 1971 si tiene a cadenza biennale ed è mantenuta viva dall'impegno di un nutrito numero di volontari: l'organizzazione di ogni edizione richiede circa un anno di lavoro. Sul finire degli anni Ottanta e per tutti gli anni Novanta, gli organizzatori hanno cercato di migliorare ulteriormente la qualità e la quantità degli appuntamenti in cartellone. 


Innanzitutto sono stati più curati e valorizzati i due principali momenti storici: il corteo con la rievocazione delle lotte tra Federico Barbarossa e i Comuni lombardi e la dama vivente. In secondo luogo sono stati introdotti sempre più eventi storico-culturali in grado di arricchire il programma (serate di poesia, concerti, spettacoli teatrali), infine si è deciso di dislocare in tutto il centro storico la mostra di pittura (presente fin dagli esordi), gli spettacoli di strada e il cabaret, meracatino mostra-mercato hobbystico e eno-gastronomico. 


Tra le tappe più significative che hanno segnato la storia della Sagra in quegli anni ci sono la cena medievale, allestita per la prima volta nel 1991 nel giardino del convento di San Francesco, poi spostata quattro anni più tardi nella Corte rustica di Villa Borromeo; e ancora, a partire dal 1997, la collaborazione con Angelo Sala, già direttore dell'allestimento scenico del Teatro alla Scala di Milano, attraverso la quale la Sagra si apre al professionismo ospitando artisti del calibro di Oriella Dorella (1997) e Luciana Savignano (1999). 


La particolare atmosfera che si respira durante ogni edizione della Sagra della patata è dovuta sia all'impegno e alla professionalità degli organizzatori, sia alla magia dei luoghi storici delle quattro contrade in cui è divisa Oreno (San Francesco, San Carlo, La Fabbrica e Varisela): gioielli come la villa Gallarati Scotti, il casino di Caccia Borromeo, il convento di San Francesco, la Lodovica. Fino ad arrivare al cuore della festa, ovvero piazza San Michele. L'edizione 2010 prende il via, quindi, nel solco della tradizione. Con la curiosità di capire se quest'anno, finalmente, sarà battuto il record della patata orenese più pesante, che resiste ormai da trent'anni. Il tubero più grosso mai visto finora alla sagra è quello dell'edizione 1970: 1.670 grammi.
TROVATE IL PROGRAMMA SU : http://www.circoloculturaleorenese.org/Eventi.html nel meractino ci siamo anche noi!!!

Ci passate a trovare?!


6 commenti:

  1. buon lavoro Valeria!! Se non ci vediamo all'agriturismo domenica vuol dire che sta andando bene...incrocio le dita!
    Bacio

    RispondiElimina
  2. Eh sì tesoro.. tutto bene con le conserve/confetture/succo/verdura e frutta?! bacione

    RispondiElimina
  3. Ah... preparati che prima o poi ti capito lì davvero! Con Topo al seguito. :)

    RispondiElimina
  4. Magari ragazze! Peccato che è un po' lontano da me altrimenti...Complimenti per la nuova grafica del blog. è carinissima!Un abbraccio. Magu. L'ago fatato di magu.blogspot.com

    RispondiElimina

Ogni commento per noi è un sorriso in più durante la giornata.. Grazie!